Davide Uria – Panacea. Al di là dell’abisso

Davide Uria, figlio del proprio tempo, non ha paura di “stare sul pezzo” e lo fa all’indomani del lockdown, nel momento probabilmente più shockante della pandemia, quando il genere umano ha compreso che non si trattava di uno scherzo

Silvia Cozzi – “Pentagrammi Di-Versi”

La poesia di Silvia Cozzi, a mio parere, riesce ad unire profondità e leggerezza toccando gli aspetti più esistenziali e al contempo quelli più lievi della vita. Già dal titolo PENTAGRAMMI DI-VERSI si intuisce il doppio intento della silloge: da una parte approfondire l’amore per la musica e la ricerca di ritmo ed armonia che si esplica nella padronanza metrica dell’autrice, dall’altro offrire una varietà tematica che “trascorre” letteralmente nei versi in un dettato fluido ed equilibrato.

Poesie di Katherine Mansfield

“Ecco il mistero. Ecco ciò che debbo fare. Devo passare da un amore personale a un amore più grande. Devo dare al tutto ciò che ho dato a uno solo”.

Fiorita come la lussuria di Joyce Mansour

Lo spazio di Atenadi  Beatrice Orsini Inglese di nascita e francese d’adozione, la Mansour trascorre lunghi periodi della sua vita in Egitto, dove la sua famiglia d’origine faceva parte di una colonia britannica e dove si sposerà, in seconde nozze, con il francese Samir Mansour, di cui prenderà il cognome. E proprio a Parigi l’autrice pubblica…

La parola da casa con Domenico Frontera

Nel secondo ciclo di appuntamenti con “La parola da casa”, la trasmissione nata per diffondere la poesia ai tempi del coronavirus continua la propria attività su Facebook e YouTube. In questa puntata Federico Preziosi e Giuseppe Cerbino ospitano Domenico Frontera, autore di “Khaos e limite”, Emersioni.

Gabriella Paci, “Le parole dell’inquietudine”

Le liriche di Gabriella Paci non sono sterile gioco mentale, no. Sono investimento corporeo nel quale convergono arcipelaghi di emozioni in deriva i quali convogliano anche l’anima sociale, con tematiche reperite nella lacerante attualità.