Davide Uria – Panacea. Al di là dell’abisso

Davide Uria, figlio del proprio tempo, non ha paura di “stare sul pezzo” e lo fa all’indomani del lockdown, nel momento probabilmente più shockante della pandemia, quando il genere umano ha compreso che non si trattava di uno scherzo

Carmina Esposito – I miei colori scalzi

e l’esperienza è chiave di lettura e compagna di contemplazioni e suggestioni, ci accompagna soprattutto nell’accidentata via della comprensione, ossia un tentativo di abbracciare l’opposto, spesso intercettabile in ciò che causa dolore, distanza, sofferenza.

Orso Tosco – Figure Amate

Nel presagio di morte affiora il compito della memoria per chi resta ed è chiamato, dentro di sé, a continuare la vita delle figure amate

Ilaria Sordi – La persistenza del cielo

Note a margine di Federico Preziosi Una voce spiccatamente lirica quella di Ilaria Sordi, poeta piacentina alla seconda prova con La persistenza del cielo (Lepisma Floema – Controluna), anche lei approdata alla corte di Giuseppe Cerbino nella collana che ha lanciato alcune delle voci poetiche più interessanti degli ultimi due anni. Partiamo proprio dalla riflessione…

Carla Viganò – Ritocchi marginali

La lezione della poesia novecentesca è ben presente, ma il postmodernismo appare addirittura armonizzato nelle visioni Carla Viganò, come se le ferite, le solitudini e le malinconie non fossero trauma, ma motivo vitale, convivenza, relazione continua di scambio e stimoli.

Maurizio Cucchi – Sindrome del distacco e tregua

Note a margine di Federico Preziosi Ci si deve chiedere cosa conduce un poeta di lungo corso, come Maurizio Cucchi, a pubblicare un nuova raccolta di poesie. La domanda è, naturalmente, estendibile a qualunque nuova pubblicazione in versi, essendo la poesia la più alta e, al tempo stesso, bistratta tra le forme letterarie. Ad ogni…

Lorena Turri – Figlia fragile

Note a margine di Federico Preziosi L’ultima fatica di Lorena Turri, Figlia fragile (Edizioni Tracce), rappresenta una testimonianza di straordinaria ordinarietà. Straordinaria perché a un occhio attento e indagatore non sfuggirà una certa duttilità stilistica; ordinarietà perché il campo d’azione si focalizza sul quotidiano che accompagna la vita con i suoi piccoli pensieri, i propri…

Cinzia della Ciana – Ostinato

In Ostinato di Cinzia della Ciana si ravvisa una continua aspirazione “metasensoriale” in cui il sound arricchisce l’esperienza del lettore, suggestionandone la fantasia attraverso certa “cantabilità”.